Black Clover – ep 47 L’unica arma

Durante la parte iniziale della puntata, abbiamo il classico riassunto ma a differenza del solito, questa volta possiamo vedere diverse scene aggiuntive, chissà perchè questa scelta?
In ogni caso, sembra che finalmente il capitano Yami abbia deciso di alzarsi dal divano e provare a rompere la barriera magica che lo separa dai suoi amati sottoposti.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

In una delle stanze del tempio, è iniziato lo scontro tra Vanessa e l’ultimo degli intrusi, quest’ultimo usa un tipo di mana molto fastidioso chiamato “magia di zanzara” la quale, attraverso l’uso di particolari agi permette di emettere dei fastidiosi ronzii e una volta colpito l’avversario possono prosciugargli il mana.
Per la prima volta vediamo Vanessa mollare la bottiglia e impegnarsi, anche il suo mana è molto particolare, grazie alla sua magia di fili, la donna può immobilizzare gli avversari e muoverli a suo piacimento come fossero delle bambole, grazie al suo potere il suo avversario non può nulla e lo scontro si conclude in pochi istanti.

Torniamo allo scontro con Vetto, come avevamo visto sul finale della puntata precedente, Asta, grazie alla canzone curativa di Kahono, è riuscito a deviare il colpo indirizzato a Noelle, rimane il fatto che il giovane cavaliere magico è ancora conciato parecchio male, come pensano di poter sconfiggere uno dei 3 più forti membri dell’occhio magico?
A guardare la scena dalle retrovie troviamo Finral, quest’ultimo non potendo usare più di tanto il suo potere all’interno del tempio, decide di andarsene, mentre si allontana dal campo di battaglia la sua mente viene assalita dal rimorso, certo il potere di Vetto è sovraumano, ma come potrebbe mai abbandonare così vigliaccamente i suoi compagni solo per salvarsi?
Fortunatamente ci pensa Vanessa a interrompere la battaglia per prestare soccorso agli amici, riusciranno i suoi fili a tenere bloccato il nemico il tempo che serve per permettere agli altri di riorganizzarsi?

No per niente, 3 decimi di secondo e il bestione si libera.
Almeno non tutto è stato inutile, l’intervento di Vanessa è riuscito a smuovere l’animo di Finral, facendo si che anche lui si unisca alla battaglia.
Finral e Vanessa non possono molto contro l’enorme mana di Vetto, l’unica cosa che può spezzare le sue difese è l’anti-magia, perciò i 2 combinano i loro poteri in modo da proteggere il giovane e allo stesso tempo facendolo spostare più rapidamente in fase d’attacco.
Grazie agli sforzi di tutti, la spada del giovane Asta riesce a trovare un’apertura nella guardia del nemico, questa volta il colpo sarà servito a qualcosa?

CONSIDERAZIONI: si vede proprio che il target degli shonen negli ultimi anni si è uniformato, anche quando Asta non è in campo è quando ci sono altri personaggi in azione, il pensiero di tutti è sempre rivolto a lui, questo clima in cui tutti sembrano essere “innamorati” del giovane non è casuale, è il classico clichè che viene usato dai mangaka per rendere la lettura più appassionante per il pubblico giovane, essendo indirizzato a ragazzini, il fatto di avere l’attenzione di tutti addosso è la classica fantasia Otaku da adolescente con problemi di sicurezza, ultimamente trovo molto divertente notare questi schemi narrativi (soprattutto negli shonen perchè sono palesi e facili da trovare) e provare a immaginare a cosa il mangaka stesse pensando mentre scriveva la trama.

<–Episodio precedente / Episodio successivo–>

Se il post ti è piaciuto
commenta
lascia un like
follow al blog
passa dai social
Grazie per la lettura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...