Arriva l’Anime di Uzaki-chan wa Asobitai

Uzaki-Chan Wants to Hang Out! è la serie che da un pò di tempo stà facendo parlare di se.
Vi sarà sicuramente capitato di vedere in giro qualche immagine della tettuta protagonista del manga.
Ebbene, ora che stà arrivando l’anime preparatevi a vederla spammata ovunque.

In realtà non è che il manga sia niente di nuovo, sempre slice of life, comedy.
Non capisco come mai il genere stia avendo tutto questo successo, anche a me piace ma dopo 20/30 manga così come fai a non romperti?
Stranamente invece, la gente continua a guardare, discutere e comprare a più non posso queste serie, sorprendendosi e appassionandocisi ogni volta.
Per carità, meglio questo che altro ma ugualmente non capisco come tutti possano essere così entusiasti del genere.
(In realtà lo capisco, le regole del marketing e gli studi sulle fascie di età per gli ascolti funzionano)

La serie uscirà a Luglio 2020 in Giappone.
Quindi preparatevi a venire sommersi dallo spam, probabilmente questa cosa porterà anche il manga in Italia.
Comunque continuo a non capire come ogni serie di questo tipo possa avere tutto questo successo, ormai ci sono gli elementi prefissati che vengono venduti in blocco ai mangaka.
Come ci insegna il prof delle super chicche (se non lo conoscete è un problema) basta aggiungere degli elementi precisi.
Ragazza carina, ragazzo imbranato, gag comiche fanservice, una specie di relazione che viene tirata per 20 volumi prima di mettersi insieme e ogni cosa bella.
BOOM soldi.
(Le superchicche spaccano veramente, non stò scherzando)

-ANKETSU MA DOVE VUOI ARRIVARE CIANCI SEMPRE A VANVERA.
Ve lo spiego subito, volevo dire, va bene seguire queste storie sono carine, leggere e simpatiche ma ragazzi ce ne sono veramente tantissime e sono praticamente uno l’equivalente dell’altra.
Non fissatevi a seguire solo le ultime uscite perchè vanno di moda e ne parlano tutti, recuperate invece le perle del genere, scoprirete un sacco di storie fantastiche.
Ci sono, Videogirl AI, Orange Road, Maison Ikkoku, Love Hina, Oh mia dea, Rossana, Nana, le situazioni di lui e lei, Touch, F.compo e almeno altre 100 interessanti.
Se è una commedia sentimentale per ragazzi giovani, non significa che deve avere dei canoni fissi e concentrasi solo sulle gag e sulla formazione di una coppia, iniziate a seguire anche cose che oltre alle gag hanno anche una vera trama di fondo non stereotipata e riciclata, altrimenti non serve a niente.
(Non è il caso di Uzaki-Chan lei è adorabile)

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...