Disney Silly Symphonies: Toreador senza paura

(Qui trovate un approfondimento sulle Sinfonie Allegre)

INTRODUZIONE
Secondo corto relativo alle Silly Shymphonies, Toreador senza paura (o in originale El Terrible Toreador) venne trasmesso nelle sale cinematografiche nel Settembre del 1929.
A livello di addetti ai lavori abbiamo più o meno lo stesso team del precedente corto, La Danza degli Scheletri, lo stesso Walt Disney come direttore e per le animazioni, Ub Iwerks, Les Clark, Wilfred Jackson ecc.
Per quanto riguarda la parte sonora torna ancora l’ottimo Carl Stalling.

(Alla fine trovate il link agli altri corti della serie)

COMINCIAMO
Ci troviamo in una locanda, come sottofondo musicale parte la Carmen.
Non viene indicato un luogo geografico preciso ma lo stile ricorda decisamente la Spagna.
Mentre i clienti si godono in alelgria il loro pasto, la cameriera corre a destra e sinistra per consegnare le varie ordinazioni, il tutto nel classico stile Disney, con ogni cosa, compresa la birra, che diventa viva e inizia ballare a tempo.
Purtroppo si sa come va la vita, non tutti i clienti che frequentano posti del genere sono sempre educati e rispettosi, tra questi forse il peggore è un’uomo vestito di bianco, con vistoso paio di baffi e un cappello a dir poco audace.
Oltre al fatto che è più il cibo che finisce fuori dalla sua bocca che quello che vi entra, l’uomo inizia anche a infastidire Carmencita con delle avance troppo insistenti.

A dare una mano alla donna sopraggiunge il torero protagonista del racconto.
Dopo un breve confronto tra i due, l’azione si sposta nell’arena della corrida.
Torero e toro fanno il loro ingresso in campo mano nella mano, i due si godono per un seocndo gli applausi del pubblico.
Finiti i convenevoli inizia la lotta, prima come una sorta di boxe caricaturale, successivamente inizia il vero e proprio rituale di combattimento.
(Abbastanza comica come cosa visto che per la maggior parte del tempo è l’uomo che corre dietro al toro)

Lo “scontro” prosegue per qualche minuto, l’uomo e l’animale si esibisco in stramberie di ogni sorta, tra balli, giochi, salti e capriole.
Sul finire dello spettacolo Carmencita, che assisteva allo show dagli spalti, getta al suo eroe un mazzo di fiori, il quale però è inaspettatamente cosparso di pepe.
(Nuovamente colpa dell’uomo in bianco visto all’inizio)
Questo finisce per far sputare al toro la dentiera, la quale viene usata dal suo avverario per colpire lo stesso animale al posteriore, ma attenzione perchè chi di dentiera sulle chiappe ferisce, di dentiera sulle chiappe perisce.

Una volta tornata in bocca al suo legittimo proprietario, parte una scena con lo stesso stile di quella del corto precedente, camera fissa in primo piano e i soggetto che corre verso lo spattatore.
(Adoro)
Con una mossa tanto inaspettata quanto disgustosa, il torero carica il suo avversario e prendendolo per le tonsille lo ribalta da capo a pieni, no cioè, letteralmente, gli tira fuori le interiora.
(Ambiguo….)

CONSIDERAZIONI
Sempre uno stile impeccabile, il pezzo della corrida fà morire dal ridere.
Le idee e il modo in cui vengono mostrati i fatti li trovo stupendi, sono i piccoli dettagli a rapirmi, tipo, l’idea di far rimbalzare e ballare il torero sulla coda del toro, la trovata di far allungare il collo dell’animale come se fosse una molla e il pezzo della dentiera.
Guardandolo più che la storia in sè e per sè mi viene veramente da immaginare cosa avessero in mentre gli animatori e come in fase di produzione gli sia venuta l’idea di dire: “si dai facciamo che il torero e il toro invece di fare la classica corrida con il mantello si mettono a fare battimano”
Ci trovo una creatività immensa, che ammiro molto.
Curiosità

Per l’aspetto del torero venne usata come riferimento una caricatura basata sull’aspetto di Walt Disney.

<–Corto Precedente / Corto Successivo–>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori,
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...