Uzaki-chan Wants to Hang Out!: Anime s1 ep2

(Qui trovate un approfondimento sulla serie)

Secondo episodio di Uzaki Chan Wa Asobitai.
Il titolo completo è ‘The Café Owner Wants a Glimpse’.
Non a caso ci troviamo nel caffè vicino il campus universitario.
Il clima nel locale è molto tranquillo e rilassato, la note del sottofondo musicale si diffondono ovunque e insieme all’orama del caffè appena fatto, accolgono i clienti.
Oltre al proprietario (non chiedetemi perchè il proprietario di questi posti in Giappone deve essere sempre un vecchietto figo con i capelli all’indietro e il gilet) nel locale lavora Sakurai come commesso.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Purtroppo la cosa viene notata da Hana, è la fine.
La ragazza entra nel locale, la campanella che preannuncia l’ingresso di un cliente suona e con essa ogni speranza di gioia e tranquillità abbandona questa porzione di mondo.
I due ragazzi iniziano subito a litigare come loro solito ma sembra che il vecchietto a capo del locale si diverta.
Il suo istinto nel capire le persone è ormai talmente tanto sviluppato da permettergli di capire ogni cosa con un solo sguardo.
Ovviamente con Uzaki la cosa non funziona.
Il capo infatti, scambia la ragazza per un’alunna delle elementari ma la cosa è comprensibile, dovete considerare che l’uomo era inginocchaito dietro al bancone e poteva vedere Uzaki solo da collo in su.
Appena alzato, il trucco viene svelato, le tette spropositate della ragazza rendono molto più chiara la sua reale fascia d’età.

Ci spostiamo al giorno seguente.
Sakurai, durante il tragitto verso l’università, incontra un gatto.
Visto che il ragazzo non ha mai posseduto animali domestici, il suo più grande desiderio sarebbe quello di accarezzare quanti più cani e gatti possibili.
Questo però non è possibile visto che il micio sembra intimorito dal suo sguardo e dai suoi modi di fare.
Per Hana invece la situazione è opposta, da subito il gattino prende in simpatia la kohai maggiorata e si fa accarezzare senza problemi.

Le cose andavano troppo bene.
TAKE ancora una volta si ricorda di colpo quali sono i gusti del suo pubblico, questo si traduce in fanservice.
La ragazza popputa si incastra con il busto in una siepe.
Oltre alle mutandine in bella vista, anche la maglia è lì lì per cedere e rivelare le oppai.
(“METTI VIA QUEL CULO” penso che sia la best phrase shonen ever)
Che fare ora?
Ovvio.
Tira da dietro in maniera scoordinata e con versi ambigui giusto per dare l’impressione alla gente che passa, di stare praticando qualche atto sessuale.
(Very good TAKE, si vede che ti sei impengato per creare il plot della serie)

Dopo qualche breve gag comica ambientata nella mensa dell’università.
(La scena in cui la ragazza fà i segnali con le braccia è già virale, comprensibile in fondo Uzaki è tra le regine dei meme degli ultimi anni e sappiamo quanto sia importante la cosa no? ormai la popolarità di un prodotto si misura dal numero di meme che ne scaturiscono, non sò se ridere o piangere della cosa)
Torniamo nuovamente al locale di inizio episodio.
Ora Hana ha un nuovo problema.
Le serve urgente aiuto per un compito da consegnare a breve e l’unico che può aiutarla è Sakurai.
Poteva andare liscia come cosa?
Certo che no!
I due come di consueto iniziano il loro rituale fatto di litigate, urla, prese in giro e altro.
Per risolvere la cosa, Uzaki si autoinvita a passare la notte a casa del senpai.
(Dai a questo punto prima o poi si dovrenno mettere insieme)

CONSIDERAZIONI
Altro episodio molto scemo e basato sulla comicità.
La cosa non è un male, nel complesso fa ridere anche se le cose sono sempre quelle.
Magari chi segue abitualmente questo genere di anime ne avrà visto 1000 simili solo nell’ultimo anno.
Continuo giusto perchè Uzaki mi piace.

(Se prende una piega più romantica potrebbe essere molto carina come cosa)
Le animazioni dello Studio Engi continuo ad essere buone, niente di clamoroso e con qualche sbavatura a livello di numero di frame ma pienamente in linea con quello che è lo stile degli anime giapponesi degli ultimi anni.

<– Episodio precedente / Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...