Bakuretsu Hunter I Cacciastregoni: Anime ep1

INTRODUZIONE
Oggi cominciamo il commento di una nuova serie, si tratta di Bakuretsu Hunter, anime del 1995 prodotto dalla Studio Xebec (gli stessi di Battleship Nadesico, Shaman King, Pandora Hearts e Love Hina) con regia di Koichi Mashimo (ha lavorato sia a progetti anime come .hack//SIGN e il leggendario Time Bokan sia a diversi videogames come il mistico Xenogears e la hidden gems per psp Popolocrois) e che prende spunto dal manga shonen del 1993 di Satoru Akahori in 6 volumi.
La serie è molto semplice, abbiamo la classica guerra tra l’impero malvagio e un manipolo di giusti che lotta per la libertà dei deboli.
(Oggi siamo letteralmente sommersi da serie del genere ma già al tempo iniziavano a vedersi cose simili)
Il tutto ha una doppia valenza, da un lato un chiaro setting comico che cerca di parodizzare il genere fantasy (ma che in realtà è fatto molto meglio di tante cose che invece provano ad essere serie) dall’altro l’esagerazione voluta del fanservice per creare situazioni paradossali.
Perciò, se siete sensibili al fanservice evitate, se invece volete ridere e cazzeggiare, mettetevi comodi che partiamo.
COMINCIAMO
Primo episodio intitolato Il ponte delle Avances d’Amore“.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Sotto la pioggia incessante facciamo la conoscenza del protagonista della nostra storia, si tratta di Carrot Glace, inguaribile dongiovanni che esita un secondo a tentare il rimorchio selvaggio di ogi forma di vita femminile.
(Se ci avete fatto caso Carrot si mette ad inseguire la ragazza saltellando, questo è una citazione al Kasabake uno yokai tipico del folklore giapponese dalle sembianze di ombrello)
Il mattino seguente facciamo la conoscenza di tutto il gruppo di cacciatori.
Qui i cinque vengono convocati da Big Mama che conferisce loro una nuova missione.
Il bersaglio da eliminare è uno stregone infiltrato nel vicino villaggio, che segretamente stà allevando un Gamur.
(Una bestia della sembianze di drago che si ciba principalmente di giovani ed innocenti)

Già da subito, durante il discorso tra Tira e Lyla, possiamo vedere che, si ok è una serie ecchi/demenziale ma non è da ritardati e c’è spazio per qualche riflessione sull’amore e sulla famiglia.
Purtroppo però, Lyla è del tutto asservita al malvagio stregone belloccio, questo le impedisce di essere razionale e vedere la verità delle cose.
Mentre Carrot si infiltra nella base dove risiede il Gamur, Tira viene catturata e incatenata.
Fortunatamente per lei, gli altri 3 cacciatori arrivano in suo soccorso, compresa la sorella Chocolate.
Oltre al bel faccino e agli abiti eleganti, il cattivone di turno è anche un esperto di magia, nello specifico quella relativa all’uso degli specchi per riflettere gli attacchi o per teletrasportarsi altrove.
(Che però …. viene ugualmente steso come un salame dalla letale Chocolate, la quale nel frattempo si è trasformata diventando una sorta di Poison di Final Fight/Street Fighter)

Una volta eliminato il pericolo dello stregone e del Gamur, Lyla riesce finalmente a rimettere la testa a posto e si libera dalla sua infatuazione maniacale.
Grazie a Carrot, che sebrava inutile ma invece ha dimostrato il suo valore salvando Laura, (la sorella di Lyla) il nucleo familiare è di nuovo ricomposto.
L’odio e la gelosia della più piccola delle due sorelle, è del tutto scomparso (vorrei vedere, era una roba assurda) e le due possono finalmente riabbracciarsi e continuare con le loro vite.
(E il Gamur? niente è andato, non è risucito a risvegliarsi del tutto, mi sarei aspettato un mega combattimento finale ma invece nulla, sarà per la prossima)

CONSIDERAZIONI
Si, i nomi di tutti i personaggi sono ispirati a dei dolci.
Cioccolata, Tiramisu, Marron glacé.
Gli ultimi istanti dell’episodio con la voce fuori campo del narratore che racconta la leggenda dei cacciastregoni, mi hanno fatto abbastanza ridere.
Non perchè sia stata una scena brutta o ridicola ma perchè riassume perfettamente un buon 80% dei plot e dei concetti che vengono espressi dagli anime che escono ancora oggi.

La leggenda di un clan nascosto e leggendario che nell’ombra combatte mostri e malvagi per mantenere la pace e l’equilibro tra gli umani e le altre razze.”
Onestamente, quante serie vi sono venute in mente solo leggendo questa descrizione?

Solo che qui eravamo nel 95′.

Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...