Yashahime: Princess Half-Demon: Anime s1 ep1

INTRODUZIONE
Oggi cominciamo il commento di Yashahime: Princess Half-Demon sequel di Inuyasha.
Per chi non lo conoscesse, si tratta di uno dei manga shonen più apprezzati e popolari scritti da Rumiko Takahashi.
(La storica autrice di Ranma, Lamù, Maison Ikkoku ecc. ecc. e soprannominata la regina dei manga, se volete saperne di più, alla fine vi lascio la mia bacheca Pinterest dedicata a lei)
Questo nuovo anime riprende ambientazione e stile del vecchio, abbiamo i soliti viaggi nel tempo tra presente e passato ma per la maggior parte delle volte ci troveremo sempre in epoca Sengoku tra demoni e spiriti.
Se nella serie originale seguivamo il viaggio del mezzo demone Inuyasha per uccidere l’immortale Naraku, qui a prendere le redini della storia abbiamo le figli dei vecchi protagonisti.
(Non vi spoilero chi sono i genitori, alcuni si capiscono subito anche solo per il carattere)
Questo nuovo arco viene distribuito in Italia da Crunchyroll ed è ambientato diversi anni dopo il leggendario scontro per il dominio sulla sfera dei quattro spiriti.
Alla regia abbiamo Teruo Sato, mentre alle animazioni lo Studio Sunrise (Gundam, Dumbine, Daitarn 3 e moltissimi altri)
COMINCIAMO
Primo episodio si intitola Inuyasha da allora“.
(Ammettiamolo, siamo tutti qui per sapere con chi ha intrallazzato Sesshomaru, non è così?)

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Durante i primi secondi facciamo la conoscenza di Higurashi Towa, una giovane ragazza dai capelli bianchi corti, (tipico colore della razza dei demoni) con sul davanti un ciuffetto rosso che testimonia la sua appartenenza alla razza dei mezzi demone.
La piccola non è in viaggio di piacere, anzi, è tenuta prigioniera da uno dei rappresentati dello Shogun.
Possiamo notare come il suo abbigliamento sia abbastanza moderno, camicia grigia, cravattino e pantaloni eleganti.
Tra i suoi averi abbiamo anche diversi libri di storia che raccontano per filo e per segno i futuri avvenimenti relativi all’area geografica nella quale ci troviamo.

La ragazza, come Kagome al tempo, viene dal presente.
Bisogna stare attenti perchè ogni parola mal proferita, potrebbe cambiare il futuro e influenzare la storia.
(Mi ha stranito questo stile alla “Ritorno al Futuro” solitamente nella prima serie non veniva quasi mai presa in considerazione l’idea che Kagome avrebbe potuto modificare il corso della storia)

Da questo momento in poi parte il primo flashback, rivivremo in contemporanea, ciò che accadde 10 anni prima, subito dopo la fine del manga.
Mentre Kagome e Sango sono impegnate a godersi una passaggiata con i 3 figlioletti di quest’ultima, (eh si alla fine la ragazza si è decisa e ha figliato di brutto con il monaco pervertito) Inuyasha e Miroku sono impegnati con un demone emerso da un vecchio cimitero.
Si tratta del “Testa di radici” un mostro che attacca dal sottosuolo, prosciuga completamente ogni forma di vita con cui entra in contatto e successivamente gli strappa la testa per portarsela via con sé.

Il demone è in realtà collegato a Kikyo, fu proprio lei a sigillarlo anni prima.
La sera stessa, il Testa di radici attacca in massa il villaggio di Kagome e gli altri, signolarmente il mostro è nulla ma presi in grandi quantità possono essere insidiosi.
Per l’occasione rivediamo la banda al completo, tornano praticamente tutti i principali personaggi della prima serie.
Da Sesshomaru fino a Kohaku.

Il demone riesce a dar filo da torcere al gruppo per qualche momento ma poi la cosa non può durare.
(Stiamo pure sempre parlando dei tizi che hanno ucciso Naraku, il più forte e psicopatico demone mai esistito)
Una volta che il nemico si getta in avanti con il suo vero corpo, la combo Tessaiga + freccia sacra di Kagome, mette fine al suo flebile tentativo di vendetta.
(Ma non è carina Kagome che dopo tutto questo tempo è ancora gelosa ogni volta che viene fuori il nome di Kikyo?)

Torniamo al presente, Towa viene soccorsa da altre 2 ragazze Setsuna (vestita con l’abito dei cacciatori di demoni e che brandisce una lunga lancia) e Moroha (praticamente Inuyasha al femminile con arco e spada).

CONSIDERAZIONI
Stando alle dichiarazioni dei produttori, la serie è pensata per rappresentare un nuovo punto di inizio per il brand, questo significa che se non conoscete nulla di Inuyasha, potrete ugualmente godervi la storia, in quanto i particolare i più importanti vengono nuovamente narrati.
Però onestamente vi consiglio di recuperare l’originale, è lunga ma ne vale la pena.
Oltre a questo che ve ne pare del primo episodio?

(Lasciatemi un commento qui sotto per dire le vostre impressioni in merito.)

Non male per ora, qualche lacrimuccia di nostalgia rivedendo i vecchi personaggi c’è sempre.
Lo stile di animazione va bene, anche se segue il trend del momento che tente a rendere tutto più leggero, (diminuendo la violenza visiva, ultra saturando i colori e lisciando ogni forma) si percepisce ugualmente il vecchio stile più crudo.
Anche se onestamete, quando si tratta di anime e manga considero inutile e insensato dare giudizi critici seri prima di aver seguito almeno 1/2 season.
(Anche perchè prima c’è poco e niente a livello di contenuto)
I tempi e i ritmi dell’animazione e del fumetto giapponese sono molto strani e diversi da quelli americani ed europei, solitamente le serie o partono con il botto ma poi si distruggono completamente verso il finale risultando inguardabili oppure vanno lentissime per 100 episodi e poi crescono tutto d’un tratto senza fermarsi un secondo.
Quindi ogni giudizio può essere smentito da un momento all’altro, possiamo aspettarci letteralmente di tutto
.
Perciò, se vi siete divertiti a leggere, vi aspetto settimana prossima per scoprire insieme come si evolverà il tutto, hola belli!
(P.S. questa è la mia bacheca relativa a Rumiko Takahashi)

Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

7 commenti

  1. Ai tempi che furono, Inuyasha ha avuto un unico, vero difetto: era troppo lunga, come serie 😛
    Però la storia era carina.
    Sarei curioso di vedere questo sequel… prequel… con questi viaggi nel tempo non si sa mai come classificare le storie 😛

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...