Bakuretsu Hunter: Anime ep2 Fiore rosso continua a risucchiare la vita

(Qui trovate un approfondimento sulla serie)

INTRODUZIONE
Bentornati su Bakuretsu Hunter (i cacciastregoni).
Siamo arrivati al secondo commento di questo anime prodotto dallo Studio Xebec.
(Qui trovate il link al primo episodio)

La storia si svolge in un continente immaginario dove la magia è ormai realtà.
A dire il vero, gli stregoni sono abbastanza rari e la maggior parte della popolazione è costituita da semplici umani.
Questo però non ha impedito agli incantatori di schiavizzare mezzo mondo.

Combattere sarebbe impossibile, gli unici che hanno il potenziale di ribaltare le sorti di questa dittatura sono i nostri 5 cacciatori.
Il loro compito è quello di esplorare il paese per constatare lo stato di salute della popolazione e nel caso di bisogno, intervenire per sconfiggere lo stregone che gestisce la zona.
La serie animata ha per regista Koichi Mashimo ed è tratta dal manga omonimo di Satoru Akahori.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

COMINCIAMO!
I cacciatori vengono convocati per una nuova missione.
Qualcosa di strano sta accadendo ad Ovest del continente.

Stando alle segnalazioni, i fiori di Mesatenia sono ormai fuori controllo e rischiano di arrecare danni gravi alla popolazione.

Voi direte, ma come fanno dei fiori a mettere in pericolo le persone? al massimo butti un po’ di diserbante e ciao.
Il fatto è che questo tipo di pianta ha delle particolari proprietà magiche che le permettono di assorbire l’essenza dei loro bersagli e di creare una loro copia esatta.
Questa pratica fu subito considerata illegale e il suo utilizzo fu aggiunto alla lista delle magie proibite.

Ci troviamo al confine della città di Amorea.
Neanche il tempo di pianificare l’azione che il nostro protagonista corre un pazzo in direzione del centro cittadino.
Avrà visto un sopruso che deve essere sanato? ci saranno innocenti in pericolo?
MA COL CAZZO!
L’unica cosa che i suoi occhi hanno visto è un gruppo di bellissime ragazze che si appresta a lasciare le loro case.

Scopriamo che Madame Amore, la maga regnante di questo luogo, sta usando le mesatenie per “fabbricarsi” l’amante perfetto.
Di volta in volta vengono selezionati solo i cloni degli uomini più belli e prestanti.
(Azzzz altro che Mendelev, anche qui c’è di mezzo la selezione genetica dei piselli ma questa volta sono di un genere diverso)

Proprio per evitare contendenti, tutte le ragazza carine vengono cacciate dalla città.

Viste le leggi vigenti in città, per Tira e Chocolate è meglio aspettare fuori.
O meglio, questa sarebbe la cosa più logica da fare ma il nostro gruppo di è tutto tranne che logico.
Ecco che le ragazze vengono fatte entrare ugualmente in città ma nascoste dentro delle botti.

Avendo notato l’arrivo in città di 3 nuovi ragazzi, Madame Amore decide di reclutarli per la sua missione di creazione dell’uomo perfetto.

La strega parte subito all’attacco e fingendosi un gentil pulzella, regala ai tre malcapitati degli speciali fiori.
Questi prendono vita e si appiccicano alla faccia del loro bersaglio prosciugandone l’essenza.
(In pieno stile Alien)

Marron viene scelto per la sua bellezza e delicatezza, Gateau viene scelto per la sua potenza e prestanza fiscia e poi Carrot che viene scelto perché ….. passava di li.

Visto che ormai è notte fonda e nessuno si fa vivo, Tia decide di andare alla ricerca dei suoi compagni.
Il primo che la ragazza trova è Carrot svenuto sul ciglio della strada.

Dopo averlo medicato e portato in casa, il fiore sulla faccia si stacca e il ragazzo riesce a proferire qualche parola delirante.
Temendo che la stessa sorte possa essere capitata anche agli altri due, Tia si mette nuovamente in marcia per far luce sulla situazione.

Detto fatto, sia Marron che Gateau sono svenuti e la loro essenza è stata assorbita dal fiore di mesatenia.
Ormai è solo questione di tempo prima che le qualità del nostro trio si mescolino insieme per dar vita all’uomo perfetto.

Per evitare la cosa, la nostra eroina dai capelli rosa fa irruzione da sola nel palazzo di madame amore.

In realtà il combattimento contro la strega è a senso unico, i fiori magici della donna sono nulla per le armi di Tia.

Una volta sconfitta però, la nostra protagonista rimane colpita dal discorso della sua nemica e prima di tornare dal resto del gruppo, decide di godersi qualche attimo di relax coccolata dai maggiordomi che precedentemente appartenevano ad Amore.

Per gli ideali di Tia, il concetto di uomo perfetto non ha senso.
La bellezza maschile viene ancora più esaltata se accompagnata ad un pizzico di stupidità ed imperfezione.

Prima di chiudere, ci spostiamo brevemente alla corte di Big Mama.
La nostra entità mistica sembra essere preoccupata, un ricordo la tormenta e sembra non volerla lasciare in pace.
Che sia collegata alla vera missione dei cacciastregoni? lo scopriremo solo andando avanti con l’anime

CONSIDERAZIONI
Beh allora? che ne pensate di questa serie?
Si vede il magico stile di animazione degli anni 90 vero?
Probabilmente per un giovane abituato alle nuove serie potrà sembrare vecchio e bruttino, ma io lo adoro.
Come venivano animate certe scene, la resa grafica dei personaggi con uno stile più adulto, gli effetti secondari tipo le animazioni dei capelli che non sono blocchi di cemento ma si muovono al vento, stupendo, mi sento a casa.

🖌️🖌️🖌️

Ma passiamo alla puntata, ho sempre meno parole per descrivere Carrot, è troppo stupido.
(Ma vi siete accorti che in italiano il personaggio ha lo stesso doppiatore di Goku da Saiyuki? altra serie che vorrei portare molto presto)

Invece Tia e Chocolate sono sempre più belle, le adoro.

Certo che trovare tematiche così sessuali in una serie per ragazzi fa strano, soprattutto vista la roba a cui siamo abituati oggi.
Però al tempo era normale, nelle serie anni 80/90 i ragazzi venivano trattati da grandi, non c’erano cavolatelle per addolcire le cose.
Anche perché a 15/16 anni la gente inizia a scoprire la sfera sessuale, quindi vedere un protagonista giovane che si interessa alle ragazze, per gli anime del tempo non era considerato scandaloso.

Anzi, rappresentava una semplice situazione che veniva trasposta dal mondo reale.

<–Episodio precedente | Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...