Fire Force – ep 14 Per chi brucia la fiamma

La situazione ad Asakusa (è il vero nome di un quartire di Tokyo e si pronuncia Asaksa la U è muta) è ancora parecchio agitata, tra i cittadini ci sono diversi impostori creati dal potere di Yona e gli incendi con relativi incendiati non accennano a diminuire.
In questa situazione disperata tocca a Benimaru richaimare tutti all’ordine, il compito è solo suo e neanche Kondo può sostituirsi a lui.

(Alla fine trovate il link agli altri episodi)

Per fare le cose in grande, Benimaru sradica letteralmente la torretta di guardia e inizia a farla volare sopra le teste dei cittadini, da lassù il capitano dirige la folla, i suoi modi sono molto diretti, infatti quest’ultimo ordina a tutti i cittadini di iniziare a scazzottarsi a vicenda, la logica è che visto che i cittadini di Asakusa sono tosti non perderebbero mai contro gli impostori.
(ok è un pò contorta come cosa ne parleremo alla fine nell’angolo delle considerazioni)
Intanto Arthur e Shinra continuano il combattimento con tro le cappe bianche, Haran che si era trasformato di propria iniziativa in incendiato, inizia ad attaccare i 2 ragazzi dell’8a, lo scagnozzo dell’evangelista non è diventato un semplice incendiato come tanti altri, bensì un’ incendiato cornuto, come quello che anni prima attaccò la città causando la tefrosi di Kondo.
La vista del “demone” con le corna manda Shinra in confusione ricordandogli l’incendio in cui persero la vita i suoi familiari.
(la scena delle sue gambe è anche abbastanza inquietante)

Invece in Benimaru, la vista dell’incendiato cornuto ricorda solo il dolore di Kondo, quindi determinato a vendicarsi, il capitano della 7a brigata parte all’attacco.
Per evitare ulteriori danni alla città, trascina con se il cornuto (complimenti alla moglie) fin sopra le nuvole, per aiutare il compagno il cecchino delle cappe bianche lancia uno dei suoi dardi incediari in direzione di Benimaru.
Kondo è incapacitato a muoversi ma il suo urlo di aiuto arriva alle orecchie di Shinra il quale si riprende e parte a razzo per deviare il colpo.
Il giovane con il potere delle volontà che solo i protagonisti degli shonen possono avere, riesce a deviare la traiettoia della pallottola.
Nello stesso istante il capitano chiude la questione con l’incendiato, vedendo che neanche il suo ” Taglio della mano iai, settimo kata – Sole ” ha effetto, decide di prendere in prestito la tecnica dell’amico.
Così facendo riesce ad eliminare la minaccia una volta per tutte, mentre il cielo si tinge di un rosso scarlatto.
(Non mi è molto chiaro come funziona il controllo del fuoco, Benimaru non poteva deviare da solo il proiettile di fuoco essendo anche di seconda generazione? da come ho capito può usare più poteri contemporaneamente non penso che era limitato fatto di stare già usando il potere per combattere l’incendiato)

Dopo la ending c’è una breve scena in cui vediamo la ricostruzione della città e il patto di amicizia siglato tra l’8a e la 7a compagnia, con un Benimaru mezzo brillo che non riesce a smettere di sorridere.

CONSIDERAZIONI
Per ora Fire Force non mi è piaciuto molto come anime ma io sono sempre onesto, quindi non ho problemi a dire che questo è stato un’altro bell’episodio e se continua così potrebbe farmi cambiare idea sull’impressione iniziale.
Principalmente mi stà piacendo un sacco il personaggio di Benimaru, la scena in cui ordina a tutti di scazzzottarsi è molto figa a livello di spacconaggine, però boh la cosa che non digerisco di questo show è che a livello di coerenza ci sono un sacco di errori (no ok “errori” è una parola grossa dopo la gente flamma, allora diciamo “cose che non mi soddisfano”).
La città brucia ci sono incendiati ovunque e invece di ordinare a tutti di raggiungere un posto sicuro e una volta al sicuro individuare gli impostori, ordini a tutti di restare in città e prendersi a sberle, m’ha fatto un pò strano ahaha xD

Mi immagino migliaia di corpi di bambini e vecchi morti per le troppe botte, stesi ai lati delle strade (che poi alla fine non è stato più mostrato niente sul fatto degli impostori, quindi tutta la cosa ha perso ancora più di senso)

<– Episodio precedente / Episodio successivo –>

Se il post ti è piaciuto
Followami

Commenta
Lascia Like
Passa dai social
Grazie per la lettura

(non so scrivere, faccio un sacco di errori e
non pubblico nessuna recensione, commento roba e basta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...